giovedì 19 maggio 2022

C'ERA LA TAIGA C'ERA UN INCENDIO - SALONE DEL LIBRO


Venerdì 20 maggio nel pomeriggio e Sabato 21 al mattino e pomeriggio sarò al Salone del libro di Torino presso lo stand Logos per dedicare le copie di "C'era la Taiga c'era un incendio".





 #logosedizioni

C'ERA LA TAIGA C'ERA UN INCENDIO A VERGATO

A Vergato, in provincia di Bologna, il 21 22 28 29 maggio, arriva "C'era la taiga c'era un incendio".
Oltre alle mostre che mi coinvolgono, venerdì 27 maggio alle 21 presenterò il libro presso lo Spazio Rosso in via Roma 15.



 

sabato 7 maggio 2022

C'ERA LA TAIGA C'ERA UN INCENDIO PRESENTAZIONE E MOSTRA A MODENA


C'era la Taiga c'era un incendio a Modena per il festival Passaparola:

- venerdì 13 maggio ore 18 inaugurazione mostra delle tavole originali presso la biblioteca Delfini
- sabato 14 maggio ore 18 piazza Mazzini presentazione del libro con Agata Diakoviez
Sia io che Matteo Meschiari saremo presenti.


mercoledì 16 marzo 2022

C'ERA LA C'ERA UN INCENDIO - IN MOSTRA LE TAVOLE ORIGINALI A BOLOGNA


In occasione della Bologna Children's Book Fair, Terre Rare - Art Shop in collaborazione con Logosedizioni presentano:
C'ERA LA TAIGA C'ERA UN INCENDIO mostra tavole originali di Rocco Lombardi
TRE APPUNTAMENTI per incontrare quasi in privato l’artista insieme all’autore del libro Matteo Meschiari scambiare due chiacchiere guardando gli originali realizzati con la tecnica dello #scratchboard, acquistando magari una stampa o una copia del libro dedicata.
INAUGURAZIONE
domenica 20 marzo alle ore 18
INCONTRO E DEDICHE CON GLI AUTORI
domenica 20.03 dalle ore 18.30 alle ore 20
lunedì 21.03 dalle ore 18.30 alle ore 20
mercoledì 23.03 dalle ore 18.30 alle ore 20
Gli originali saranno in mostra fino a sabato 2 aprile.
GALLERIA TERRE RARE – via De’ Carbonesi 6, Bologna centro – tel. 051 221013
orari: da lunedì a sabato dalle 10 alle 19.30 orario continuato.

 

giovedì 17 febbraio 2022

C'ERA LA TAIGA C'ERA L'INCENDIO

 Era dicembre, anno 2020, trattoria di Marzabotto, sulle pareti disegni miei, matite di scorci e animali ritratti dal vivo in vari angoli dell’Appennino. C’era Matteo, che ci aveva raccontato di Libera e de “L’ora del mondo”. Aveva nevicato nel pomeriggio, improvvisamente, la sera virava verso il ghiaccio. Nella trattoria Matteo mi dice che vuole affidarmi un testo per farne quello che voglio, nei tempi che voglio, scoprirò in seguito che lo aveva scritto per i suoi figli. Ho letto il testo il giorno dopo, una ballata di animali nella Taiga, l’avvicinarsi della fine, l’incredulità della catastrofe, quello che rinasce sempre nonostante noi. Ho scritto subito a Matteo, volevo illustrare il suo testo, ho cominciato da subito a cercare una forma, poi da lì a poco il lockdown, la chiusura che per me è stata anche riapertura, c’era un mondo lì fuori immobile e una primavera mai vista. È trascorso un altro anno ancora prima che le illustrazioni trovassero la loro strada, la scorsa estate le ho chiuse una dopo l’altra per finire in ottobre. Nel frattempo Lina ha accettato immediatamente la proposta di pubblicare il tutto.

“C’era la Taiga c’era un incendio” è diventato un libro grazie a Logos edizioni e sarà in libreria dal 21 febbraio. Il testo è di Matteo Meschiari che qui ringrazio per il prezioso dono e la fiducia.

Così Matteo Meschiari racconta la genesi del suo testo:
"Era estate, caldissima, americana. Storie di incendi al Nord del pianeta. Nei pomeriggi afosi, liquidi di Sierra Nevada Torpedo, scrivevo una ballata e la provavo con Claudio e Lucia. Abbiamo fatto un testo che ci piaceva e lo abbiamo lasciato riposare. Per alcuni pomeriggi ho fatto anche dei disegni, ma erano cose private. Poi in inverno ho incontrato Rocco e gli ho chiesto se voleva leggere e pensarci. Qualche tempo dopo mi ha mandato alcuni disegni e mi sono commosso. C’era una taiga è nato così. Ha lievitato per mesi difficili, sotto una cenere dura e dentro dolori che non fanno parte di questa storia. Senza aspettare ricevevo ogni tanto messaggi nella bottiglia, come questo qui sotto. Lunedì 21 il libro. E io sono così grato. Perché sotto la cenere c’è vita."
Ed io sono grato a Matteo per la ballata e per queste parole.

Il libro si può ordinare qui: