giovedì 7 febbraio 2008

Pittura estrema

Dieci giorni per dipingere un carro allegorico di 12 metri di altezza, tra freddo, umidità, altezze vertiginose, orari massacranti e tanto calore dei ragazzi che ci lavoravano. Una sana alternativa al tavolo da disegno che ti impegna al massimo in un A3!
Tutto questo per il Carnevale Campagnolo che si svolge da 31 anni a S.Cosma (LT), carnevale animato da carri allegorici che almeno in tutto il Lazio non hanno eguali, contando pure che non prendono una briciola di finanziamenti sobbarcandosi tutti gli oneri le singole contrade che tirano sù il proprio carro. Qui in basso Pierpaolo, oltre un quintale di passione e simpatia:


Qui di seguito le foto del carro a cui ho lavorato, ispirato alla guerra di troia:






E appresso le foto degli altri carri (non tutti purtroppo), proprio niente male per un paese di seimila anime!










7 commenti:

The Passenger ha detto...

Però....!

Kele ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
ritadeglialberi ha detto...

Si, mi ricordo di te, il mio commento ai pini marittimi era quello di mollicamollica, purtroppo faccio sempre confusione, e ci ho messo fino ad ora per inserirti nel mio blog. Buona primavera. I carri mi piacciono molto, anche la cartapesta..

rocco lombardi ha detto...

Ciao Rita è buona primavera anche a te,
qui ci sono già gli asparagi!

Luc ha detto...

pensa rocco, che la famiglia di mia moglie è originaria proprio dei Santi. Ci son stato decine di volte lì ... ma mai avevosentito parlare di questo carnevale. peccato ...

rocco lombardi ha detto...

Ciao Luciano bentrovato,
ricordo che mi avevi parlato dei tuoi passaggi a S.Cosma, quella del Carnevale è una tradizione fortissima e genera una competizione sfrenata tra le contrade. Tutto nacque quando i "campagnoli" di S.Cosma salivano in corteo sul paese in collina per prendere in giro quelli che si ritenevano più "cittadini".

Officina Infernale ha detto...

ammazza!!!!